Qualcosa di cui non potremo più fare a meno…

Qualcosa di cui non potremo più fare a meno…

Eylure-EYLURE STARTER KIT 101-CIGLIA FINTE.jpg

Ormai mi conoscete (m’illudo che mi leggiate spesso) e sapete già che io non amo semplicemente il make up e la cosmesi in tutte le sue forme ma adoro scovare in ogni recondito angolino delle profumerie prodotti e oggetti nuovi ed alimentare la mia spropositata fame di sapere del settore.

Stavolta mi sono imbattuta in una graziosa scatolina di ciglia finte Eylure,prezioso perché al suo interno conteneva qualcosa di più che semplici ciglia:un arnesino specificatamente studiato per prenderle e “inserirle” nello spazio infracigliare.

Riconosco che ho immediatamente simpatizzato con l’aggeggio,se non altro perché non so voi ma io ho con le ciglia una presa degna di Edward mani di forbice!

images

A differenza di una comune pinzetta ha il vantaggio di avere delle”braccia”dalla forma schiacciata (proprio per spingere bene le ciglia finte nello spazio infracigliare e permettere loro di incollarsi ad hoc) arrotondata ,con la quale non potremo erroneamente pungerci (vedi pinzetta ).

Il consiglio da make up artist che do è di inserire le ciglia finte sempre appena sopra le ciglia naturali staccandosi dall’ultima ciglia e portandole leggermente più in alto in maniera da sollevare lo sguardo anziché abbassarlo (errore frequentissimo).

Terminata l’operazione di adesione delle ciglia consiglio di passare su di esse una linea di eyeliner liquido in modo da rendere impercettibile lo stacco tra le ciglia naturali e non e soprattutto minimizzare ogni eventuale residuo di colla (quell’odioso bianco tra un ciglio e l’altro).

Ultimo dettaglio e non per ordine d’importanza: ovviamente le ciglia vanno tagliate una volta prese le misure dei nostri occhi.

Mi sono soffermata sul dettaglio del “gadget” perché l’ho trovato utile,ma le ciglia eylure sono già sinonimo di qualità.

Il brand esiste già dal 1947,creazione di due make up artist,i fratelli David e Eric Aylott,che decisero di realizzare delle ciglia finte per adattarle alle esigenze cinematografiche e come risposta al fatto che all’epoca c’era una mancanza di valorizzazione estetica nell’industria del cinema.

Il prodotto ebbe un tale successo che,data la richiesta,i due fratelli realizzarono il marchio che era la fusione di due parole (eye) occhi e (allure) stile.

Eylure-EYLURE STARTER KIT 020-CIGLIA FINTE .jpg

Un brand che soddisfa tutte le esigenze,tra le quali le più pretenziose come le mie!

Se vi ho incuriosito fatemi sapere nei commenti come vi siete trovati!…

 

images-1

MASCARA LOW COST:KIKO ULTRA TECH

MASCARA LOW COST:KIKO ULTRA TECH

ultra-tech-curve-kiko

Io penso che un po’ per tutte noi ,giovani ambiziose fanciulle, la ricerca del mascara perfetto è un po’ come per i cavalieri medievali la quete du graal : una ricerca infinita!

Io ne ho provati tanti,ma davvero tanti,(come le patatine di rocco)di ogni forma e specie,incurvanti,volumizzanti,low cost e di alta profumeria e sono giunta alla conclusione che un effetto da copertina patinata lo regalino soltanto delle ciglia finte.

Determinante,indipendentemente dalle caratteristiche del prodotto,è il metodo di stesura del mascara sulle ciglia,ho visto ragazze con ciglia naturali nella norma sventolare ventagli in seguito all’applicazione,anche se in fondo ciascuna di noi lo modula in relazione all’effetto che desidera ottenere.

Io nello specifico ho delle ciglia lunghe ma non molto folte ,tuttavia non abbondo mai oltre un certo limite perché voglio conservare l’effetto “nature“ed evitare ciglia attaccate e grumi  che trovo più sgradevoli di un paio di ciglia non troppo folte.

L’applicazione classica consiste nell’appoggiare lo scovolino del mascara all’attaccatura delle ciglia e puoi muoverlo a zig zag lungo queste ultime ripetendo l’operazione fino al risultato sperato.

Bene,io non lo faccio mai cosi’ in verità e,puntando sulla lunghezza delle mie ciglia,le pettino partendo con lo scovolino sempre dall’attaccatura delle ciglia e guardando un punto fisso in basso a sinistra se si parla dell’occhio sinistro e viceversa per quello destro,cosi’ che lo sguardo si apra naturalmente verso l’estremità dell’occhio (ingigandendo lo sguardo).Tengo a sottolineare questo perché siamo abituate a leggere i metodi canonici dell’applicazione dei vari prodotti ma vero è che poi ciascuno adotta un suo metodo personale non per forza meno valido .

Comunque tornando al nostro mascara ultratech kiko… è un buon prodotto low cost specie,se come me, lo acquistate in saldo con le super offerte di mascara a 3,90(il prezzo per intero è di 7,20) , anzi è uno di quei low cost che non ha niente da invidiare ai fratelli di alta profumeria molto più costosi.

Il packaging è essenziale: un tubetto nero con la scritta argentata, esistono due varianti dello stesso mascara,il classico e il curve con lo scovolino per l’appunto incurvato per un effetto curvy curvy !

Io li ho provati entrambi e non ci sono grandi differenze tra un prodotto e l’altro se non per l’appunto una maggiore resa dell’incurvatura delle ciglia.

Lo scovolino è in silicone e,tra tutti ,(ma soprattutto dopo aver provato il re dei mascara benefit they’re real)è il miglior scovolino che esista, pettina bene le ciglia,le accarezza dolcemente,le separa nettamente e non crea grumi di prodotto.Il colore è un nero abbastanza intenso,ma ripeto che questo tipo di mascara tende più ad allungare le ciglia che non a volumizzarle,dunque è un prodotto adatto per tutte coloro le quali amano un effetto nature e vogliono enfatizzare la lunghezza delle loro ciglia da cerbiatto.La resa è discreta,non cola,quindi non avremo l’effetto panda dopo qualche ora e non ispessisce le ciglia ANCHE SE a mio avviso i mascara kiko tendono a”svanire”letteralmente nel corso della giornata e non vedersi quasi più(nota di demerito per chi passa molte ore fuori per lavoro e non ha modo di ripassare il trucco).

Anche la fase struccaggio è semplice perché va via subito con detergenti senza troppe pretese.

Tuttavia questo,come tutti gli altri mascara kiko,ha un unico grande neo: seccano subito !!!

Quindi costerà anche 3,90 ma dovrete davvero indossarlo ogni giorno per sbrigarvi a finirlo!!!

 

Benecos compact-blush

Benecos compact-blush

Blush Sassy Salmon-800x536

Fino a qualche anno fa la cosmesi intelligente,come amo definirla io, era un privilegio per pochi. Arduo il reperimento dei prodotti ,relegato a qualche scaffale impolverato di qualche illuminata erboristeria di nicchia,con prezzi davvero proibitivi. Finalmente, con la diffusione del biodizionario, divenuto ormai il nostro alfabeto, veniamo realmente a conoscenza di cosa contengono i cosmetici, i principi attivi (o inattivi)  che andiamo a stendere sulla nostra pelle e soprattutto ,con il felice esito della sua divulgazione  ,possiamo in qualche modo”proteggerci”dal 99% delle pubblicità ingannevoli che spacciano per “attivi”prodotti in verità vuoti,oltre che ricchi di ingredienti dannosi per la salute del derma. Ad ogni modo mi sono un attimino dilungata,presa dall’entusiasmo com’ero per i prezzi davvero irrisori che la linea benecos propone. Di questo marchio ho testato più cose ma merita una menzione speciale ciò che per me si può definire il topseller: Il benecos compact-blush. Lo adoro in primis per il prezzo davvero irrisorio: 3,99 euro per 5,50 gr di prodotto e capirete che la mia logorroica presentazione dell’articolo ha una logica se pensate a quante altre cosine potrete comprare acquistando in maniera saggia. Il packaging,lo riconosco, non è dei migliori , si presenta in una confezione trasparente assai spartana ovviamente priva di specchietto e spugnetta ( ma io direi che considerando il prezzo possiamo benissimo sorvolare. I colori disponibili sono tre :Sassy Salmon,Toasted Coffie e infine mallow rose. Sassy salmon è uno splendido color corallo ed è il colore che uso io per la mia carnagione mediterranea dal sottotono neutro.  Toasted Coffie è un color mattoncino e mallow rose ovviamente è un bel rosato. La scrivenza è ottima e la consistenza non è per niente polverosa, i colori sono tutti bellissimi e molto pigmentati e il finish è meravigliosamente opaco. Si fonde inoltre benissimo con la pelle senza formare chiazze e la durata è davvero eccellente,5 ore garantite,parola di pelle lucida!!! Io adoro indossarlo soprattutto per regalare alle mie guance quell’effetto bonne mine,specie nei giorni in cui mi sento particolarmente pallida e triste. Ecco tra i prodotti che non potranno mai mancare nel mio beauty c’è sicuramente il blush perché è una delle mie fisse l’idea di un colorito”sano” a maggior ragione del fatto che la mia carnagione tende all’olivastro. Ancor meno potrà mai mancare questo benecos,promosso a pieni voti !!!

 

BODY MILK OIL

BODY MILK OIL

body milk oil

Non ho ancora ben compreso se la mia è una passione o un vizio ma anche stavolta non ho saputo resistere all’impulso di acquistare un prodottino a me sconosciuto. Il cosmetico in questione è BODY MILK OIL ,un olio corpo cremoso prodotto da Beauty & trends. Ciò che l’ ha immediatamente reso attraente ai miei occhi è stato il fatto di essere un miscuglio di oli preziosi in un” bagno” di latte, e buona parte dei meriti va anche alle scelte di marketing della profumeria per averlo posizionato dinnanzi ai miei occhi proprio accanto alla cassa . La texture è proprio quella di una crema,particolarmente fluida , che la rende di conseguenza ideale per lunghi massaggi. Io ho scelto la versione PELLI ESIGENTI delle tre che caratterizzano la linea . Le altre due erano rispettivamente una per pelli normali ,l’altra per pelli sensibili. Ricco di antiossidanti contiene oli biologici certificati , nello specifico del mio pelli esigenti : bio olio di nocciole, bio olio di riso , bio olio di mandorle e conservanti naturali (oltre a non essere testato sugli animali) . Non l’ho ancora finito ma posso dire che la pelle appare da subito morbida al tatto ,ben idratata . L’etichetta promette inoltre di conferire elasticità alla pelle ,motivo per cui è entrato subito nel mio carrello, ma per valutarlo in maniera realistica chiaramente avrò bisogno di un pò di tempo ( e di costanza). Al momento sembra levigare ottimamente le mie madreperlate smagliature. Il costo è di 9,90 ed io l’ho acquistato da Europrofumi dove trovo spesso un ottimo rapporto qualità prezzo. Il packaging a me piace molto,è essenziale ,un barattolino con erogatore a pompetta nero, con dettaglio argento , contenente 200 ml di prodotto. Riconosco inoltre quanto il packaging eserciti su di me un certo fascino,motivo per cui quell’elegante barattolino nero mi ha trasmesso l’idea di affidabilità della serie pochi fronzoli,tanta sostanza. A questo punto mi domando e lancio anche a voi quest’interrogativo : ma subite anche voi,ed in che misura, il fascino del packaging? ….

la mia dichiarazione d’amore per Mulac

la mia dichiarazione d’amore per Mulac

mulac

Di Mulac se ne parla tanto, ma a mio avviso ancora non abbastanza. Io Mulac la amo,è una vera e propria dichiarazione d’amore. Eh già,innanzitutto perché nasce da un intento nobile,quello di una nota youtuber ,La Cindina (in collaborazione con professionisti altamente qualificati nella produzione di cosmetici naturali) ,che,abbandonate le faccette davanti ad una web cam (o per meglio dire continuate in parallelo) ha messo la propria immagine ed esperienza a servizio delle esigenze dei truccatori più pretenziosi e del più semplice consumatore finale. La gamma dei prodotti Mulac si è espansa insieme al consenso dei destinatari. Cosi’ se al principio furono soltanto rossetti, prodotto di punta , blush e qualche timida palette di highlighter and shadow  (subito finita sul banco degli imputati per via dell’oneroso costo,tuttavia giustificato dall’altissima resa e qualità ) adesso la famiglia si è allargata anche ad eyeliner ed ombretti ,ultimi ed attesissimi arrivati in casa. Sempre Mulac, nonostante sia una giovane azienda , si è resa testimone di un virtuoso progetto , quello della Komen ,organizzazione senza scopo di lucro basata sul volontariato che opera nella lotta ai tumori al seno , creando il komen set limited edition , destinando parte del ricavato per supportare la promozione dell’importanza della diagnosi precoce. Non solo prodotti belli e validi : anche buoni!! E adesso rullo di tamburi…. a brevissimo vi posterò le recensioni più dettagliate dei miei prodotti preferiti….

Tati compagna d’estate

Tati compagna d’estate

tati-big

Tati è stata la mia compagna d’estate,con il suo inebriante,esotico profumo,quando il vento mi soffiava tra i capelli e le onde morbide mi scivolavano tra le dita. Di cosa sto parlando?! Della crema divina di Sezione Aurea !!! Un trattamento anticrespo , senza risciaquo ,specifico per capelli mossi e ricci. Si presenta come una cremina profumata, dalla consistenza densa ,che si applica sulle lunghezze umide per poi procedere all’asciugatura, naturale o con aria tiepida, modellando il riccio. Il mio è un ondulato morbido che quest’estate,per mia fortuna,non è stato semplicemente disordinato ma di gran tendenza con l’imperversare del look beach waves. Per testare Tati non avrei potuto scegliere periodo migliore ( o peggiore che dir si voglia) considerando che ho sottoposto il mio bruno crine a tre mesi prolungati di stress: acqua salata e salsedine sotto il sole rovente della mia Sicilia,lavando i capelli con cadenza giornaliera. L’utilizzo regolare di questo prodotto mi ha regalato boccoli sani ,per niente crespi e soprattutto ben idratati. Anche in questo caso il packaging rimane essenziale (io adoro i packaging essenziali),un leggerissimo flaconcino trasparente, con etichetta dalla grafica colorata ed accattivante,con un praticissimo erogatore che evita l’inutile dispendio di prodotto. Il costo non è basso, 14,90 per 200 ml di prodotto, tuttavia basta prelevare una piccola noce di prodotto per avere una resa ottimale ed io convivo con il mio flaconcino ,arrivato a poco più della metà, da giugno. Ovviamente non ci tengo a “spendere moooolto di più ” ,come una nota pubblicità, ma il prezzo a mio avviso è ben giustificato dalla presenza di attivi ristrutturanti :gel d’aloe e burro di karité biologici ,olii pregiati di Enotera, mandorle dolci e nocciolo di albicocche,ideali per curare le lunghezze e proteggere dalle doppie punte. In definitiva direi che Tati a mio avviso è ,della linea Sezione Aurea ,il diamante di punta e delle punte!

piccola nota: Tati prende il nome dalla deliziosa e boccolosissima ideatrice della linea Sezione Aurea.

MOUSSE DETERGENTE ALOESCHIUMA BIOEARTH

MOUSSE DETERGENTE ALOESCHIUMA BIOEARTH

bioheart

 

Come da premessa cerco quotidianamente il più possibile di rispettare i miei principi fondati sul consumo di prodotti biologici ,non testati sugli animali ,che rispettino non solo la pelle ma anche l’ambiente. Anche stavolta dunque vi parlerò di un prodotto bio: L’ALOESCHIUMA bioearth, la mia nuova e stupenda scoperta. Con i superlativi non mi risparmio quando sono entusiasta di un prodotto e questo è uno di quei casi.Questo detergente è stato amore a prima vista,fin dalla lettura della descrizione del prodotto sul sito.In primis è una mousse,quindi una morbidissima e delicatissima schiumetta ( che preferisco alla formula più sgrassante del GEL detergente)contenuta in un comodissimo dispenser da 200ml.Il pratico erogatore limiterà dunque gli sprechi di prodotto.Il costo è di circa 9,90 euro ma il prodotto dura davvero tanto.Il profumo è delizioso,vagamente esotico, non so perché mi ricorda la zagara d’arancio,aggiungerei che è anche leggermente persistente sulla pelle.Il trucco non solo lo rimuove ma lo scioglie letteralmente(ricordandomi un’altra mousse,quella di neve make up ,nuvola struccante ),nonostante questo la pelle non tira anzi resta dolcemente idratante,merito della sostanziosa percentuale d’aloe lenitiva messa in top ten tra gli inci.La pelle risulta purificata senza disidratarsi grazie all’uso di tensioattivi vegetali molto delicati.Non contiene inoltre :

  • Sles
  • Sls
  • Peg
  • Edta
  • Parabeni
  • Coloranti

Proprio per la sua formulazione è adatta per tutti i tipi di pelle,da quella più sensibile a quella mista o grassa,valido anche perché non serve acquistare uno struccante più specifico per gli occhi dato che elimina ottimamente anche il mascara. Da farne decisamente incetta!!!

LATTE DETERGENTE AL LATTE D’ASINA SO’BIO ETIC

LATTE DETERGENTE AL LATTE D’ASINA SO’BIO ETIC

 

latte detergente latte d'asina-800x536

Comincerò col dire che non sono un’amante del latte detergente.Preferisco decisamente la formula di una schiumetta ,preferibilmente mousse, da frizionare generosamente sul viso e risciacquare con un catartico getto d’acqua.Tuttavia la mia sete di conoscenza  e spirito di ricerca non si ferma dinnanzi a nessun preconcetto,ragion per cui come struccante,per l’inverno, ho scelto un prodotto che fosse una coccola d’idratazione per la mia pelle: LATTE DETERGENTE AL LATTE D’ASINA SO’BIO ETIC ,anche questo rigorosamente bio.Il costo è ragionevole : 7,99 per 200 ml di prodotto.La consistenza è piacevolissima,simile a quella di una morbida crema , densa ma spalmabile.Il profumo è leggero,dolce,a mio avviso quasi impercettibile ( mi aspettavo un odore più goloso da un latte d’asina, rinomato ingrediente di bellezza nella quale, fin dall’antichità ,Cleopatra soleva immergersi per dissetare la sua pelle).Le modalità di applicazione sono quelle classiche: o applicato su un batuffolo di cotone e picchiettato sul viso o la formula,quella che preferisco,di stenderlo generosamente sul viso , massaggiarlo fino ad assorbimento e infine rimuoverlo con un dischetto rimuovi trucco.Il suo ruolo,ammetto,lo svolge egregiamente ma per farlo(specie per togliere il trucco più ostinato) occorre preferibilmente ripetere più volte l’operazione,con un chiaro dispendio di prodotto.La pelle rimane morbida e luminosa ma per quel che mi riguarda,avendo la pelle mista, anche un po’ unta,motivo per cui in ogni caso finivo la detersione lavando il viso con acqua.Osservando con  attenzione l’inci ho trovato un HELIANTUS ANNUUS al secondo posto,dopo l’acqua,la cui azione dovrebbe essere idratante,nutriente ed emmoliente oltre che antiossidante.Quell’olietto mi ha fatto scattare il dubbio che potesse essere comedogeno ma facendo qualche ricerca ho al contrario scoperto che l’olio di girasole è uno dei pochi olii non comedogeno.Un olio difatti deve avere la molecola più piccola dei pori della nostra pelle per essere assorbito e quindi oltrepassare la barriera del nostro derma,altrimenti,intasando i pori, può infiammarli creando i comedoni.Complessivamente è un prodotto valido, che ricomprerei, delegandolo comunque alla stagione invernale,considerato che ho la pelle mista e d’estate risulterebbe fin troppo corposo.

BB CREAM LAVERA VS SO BIO ETIC

BB CREAM LAVERA VS SO BIO ETIC

LAVERA bb-cream-bio-5-en-1-perfecteur-de-teint-so-bio-etic

Da tempo la mia ambizione era trovare un valido sostituto del fondotinta che ,coniugando idratazione e coprenza , potessi stendere quotidianamente sul mio viso senza sentirmi in colpa per aver riempito di siliconi e varie il mio faccino.La bb cream è un’invenzione geniale: qualcosa di più di una crema,qualcosa in meno di un fondotinta, qualcosa di simile ad una crema colorata ma con qualche ,gradita, funzione in più.Al principio la mia scelta,nonché prova è ricaduta sulla bb cream Lavera (la prima in ordine di arrivo sul sito di e commerce bio Ecco Verde,uno dei siti a mio avviso più competitivi del web sia per offerta che per prezzi)La confezione si presenta come un tubetto da 25 ml dal packagin assai spartano,la quantità non è copiosa ma dura davvero parecchio tempo ( a me è durata almeno sei mesi) , tuttavia il prodotto resta modulabile in base alla coprenza che si desidera ottenere.Passiamo in rassegna i pro e i contro del prodotto…La cosa che più di ogni altra mi ha lasciata perplessa è senza dubbio l’assenza di varietà di colori,purtroppo le case cosmetiche tedesche,in particolar modo quelle che si dedicano al bio, si perdono nei dettagli. Il colore è dunque UNICO, ad onor del vero una volta steso,seppur appaia decisamente chiaro ( specie per me che sono un fototipo 3 ,scura con capelli ed occhi scuri ma dal sottotono neutro ) si uniforma al colorito della vostra pelle,ciononostante risulta essere , per le più scure, un prodotto troppo chiaro e di conseguenza poco coprente .Piacevole risulterà l’applicazione se in un solo gesto volete uniformare ed idratare l’incarnato,da bandire qualora chiedeste al prodotto di mascherare o minimizzare le imperfezioni .Questa bb cream promette :

 

  • Colorito leggero naturale
  • 24h di idratazione
  • Uniforma l’incarnato
  • Affina i pori
  • Effetto matt
  • Protegge dai radicali liberi

 

 

Devo riconoscere che il colorito risulta essere SICURAMENTE leggero ma decisamente naturale,senza virare a fine giornata,magari dopo una giornata di lavoro, a strani colori giallini o grigiastri che rendono immediato e necessario uno struccamento repentino (l’ho amato per questo).L’idratazione mi fermerei al 2h ,senza 4, l’incarnato risulta uniformato là dove non esista alcuna forma di discromia sulla vostra pelle.I pori ne beneficiano di conseguenza dato l’inci 100 % nature e infine supera a pieni voti l’effetto matt  anche per chi,come me, ha una capricciosa pelle mista.Che protegga dai radicali liberi me lo e ve lo auguro,ma comunque per 10,99 euro vale la pena provare!!Seconda,per ordine di arrivo (sempre sul sito ecco verde) ma non di preferenza è la bb cream SO’ BIO ETIC ,nonché top seller della linea  ( ma visto il gradimento sul web aggiungerei top seller tra le bb cream) .La casa cosmetica francese realizza due colori ,un beige nude ed uno eclat per le pelli baciate dal sole anche d’inverno,solo per questo merita decisamente di entrare in pole position nella mia scala di gradimento ma soprattutto contiene un fattore di protezione solare minerale 10 .Ottima la coprenza,può essere tranquillamente utilizzato per nascondere imperfezioni ed è per questo che la preferisco alla lavera.Il colore si uniforma bene al colorito ma ahimè la durata non è eccelsa ed il trucco va decisamente ritoccato,specie se volete saltare dall’ufficio all’happy hour .Sulla mia pelle mista tra l’altro dopo sei ore in ufficio vira verso altri strani colori,pertanto va fissato da una buona cipria (io uso sempre quella minerale lily lolo)  altrimenti la pelle tenderà a lucidarsi un po’.Il mio ago della bilancia dopo aver a lungo soppesato propende,nonostante qualche esitazione verso quest’ultima , ed il vostro?!…